Progetto

Il progetto “GrAPPOLo” nasce dall’esigenza di dare maggiore concretezza al principio di solidarietà economica e sociale che sta alla base di un’economia più giusta e sostenibile, così come promosso negli statuti dei numerosi Gruppi di Acquisto Solidale (GAS) presenti sul nostro territorio.

I singoli GAS attualmente presenti sul territorio riescono ad interagire con un numero  ristretto di piccoli produttori di beni agro-alimentari, che non riescono singolarmente a rispondere alla domanda dei Gas nè per varietà nè per quantità di prodotti.

L’esigenza è dunque quella di ampliare l’offerta di prodotti biologici locali e, di conseguenza, di produttori per rispondere ad una domanda più ampia, attraverso un meccanismo che si autofinanzia. Questa operazione richiede una collaborazione tra molti soggetti per le diverse fasi di programmazione della domanda, produzione e distribuzione,  che solo la collaborazione tra GAS, produttori locali e cooperative sociali può garantire.

 

Obiettivi specifici del progetto “GrAPPOLo”:

  1. individuare piccoli produttori locali rispettosi dei criteri di sostenibilità ambientale e sociale con il fine di favorire l’economia locale a KM 0.

  2. coinvolgere i piccoli produttori sopra individuati in modo da soddisfare la domanda della rete di GAS aderenti al progetto, per rendere il più possibile interessante e completa l’offerta di prodotti del paniere;

  3. effettuare un controllo frequente e puntuale sulle modalità di produzione;

  4. perseguire la politica del KM 0 favorendo lo scambio tra i luoghi di produzione e i fruitori dei prodotti.

  5. sviluppare, a supporto del progetto, una rete di solidarietà sociale, costituita da volontari e da associazioni che già favoriscono l'inserimento attivo nella società di soggetti svantaggiati

  6. impostare il progetto con modalità riproducibile  da altri soggetti in altre realtà, al fine di diffondere buone pratiche per il consumo sostenibile

  7. sperimentare un meccanismo per autofinanziare il progetto dopo la prima fase di studio.

 

Il progetto “GrAPPOLo” è stato realizzato seguendo le seguenti fasi:

  1. ricerca di piccoli produttori locali attraverso le reti pre-esistenti dei GAS aderenti al progetto e attraverso i canali convenzionali di ricerca. I produttori  sono selezionati in base ai criteri di produzione, che devono essere rispettosi della salute e dell’ambiente, e di impegno sociale attraverso l’inserimento lavorativo in azienda di soggetti socialmente deboli o svantaggiati;

  2. costruzione di una piattaforma web di coordinamento per la gestione degli ordini. In particolare è stata ampliata la piattaforma DIGIGAS (software con licenza GPL), già utilizzata da GAS Malnate, per permettere la gestione condivisa degli ordini da parte di tutti i gas coinvolti nel progetto;

  3. collaborazione con associazioni che mirano all’inserimento di soggetti svantaggiati per aiutare l’inserimento di quest’ultimi attraverso un servizio di raccolta degli ordini e distribuzione dei prodotti. In particolare il progetto è attivato in partenariato con l'associazione "La Finestra" che mette a disposizione del progetto alcune persone svantaggiate per favorirne l'inserimento lavorativo attraverso un servizio di raccolta degli ordini e distribuzione dei prodotti; Il loro lavoro è seguito da un tutor che ha un rapporto di lavoro dipendente con l'associazione.stessa.

  4. costruzione di un paniere completo di prodotti provenienti dal territorio in grado di soddisfare la domanda dei GAS nel rispetto della stagionalità della produzione. Inizialmente l’attenzione è rivolta ai prodotti agro-alimentari, per poi ampliarsi in una seconda fase ad altre tipologie di prodotto;

  5. organizzazione di uno spazio idoneo alla consegna e distribuzione settimanale dei prodotti, estendendo l’attuale logistica del GAS Pom da Tèra.

 

Alcune foto delle prime suddivisioni: